I POLEMEN E VINCITORI DELLE HEATS

12-10-2017   #RokCupInternationalFinal2017

Giornata calda e spettacolare quella di oggi alla South Garda. Con le qualifiche e le heats sono emersi i primi protagonisti.
Scopriamo chi sono.

Al termine di un’assolata giornata, corsa con temperature prossime ai 23°, sono stati premiati i cinque Rokker più veloci di tutti. I polemen Federico Cecchi (Junior Rok), Maciej Szysko (Senior Rok), Paolo Gallo (Mini Rok), Danilo Albanese (Shifter Rok) e Giuseppe Gaglianò (Super Rok).

Da notare come Cecchi e Albanese siano già stati campioni internazionali almeno una volta. Nelle heats i valori si sono confermati, in parte…

MINI ROK.
Il poleman è l’italiano Gallo, il quale fa sua anche la prima heat (A-B) ma la concorrenza è serratissima e fanno molto bene, vincendo, anche Kucharczyk e i due figli d’arte Trulli e Badoer.
Le vittorie le incassano anche il russo Zhivnov e l’italiano Bedrin, confermando che la Mini Rok è incertissima a selezionare i finalisti, da un’entry-list di ben 162 piloti.

SENIOR ROK.
E’ tutta dei fratelli Szysko la scena della giornata. Maciej sigla la pole e vince la prima heat (A-B), Szymon non vuole essere da meno del fratello e centra subito una doppia vittoria nelle heats restanti.
Si comportano molto bene, nelle prime heats, anche gli altri polacchi, Szczurek e Mila, gli italiani Cicognini, Carenini e Costantini. In cima alle classifiche troviamo anche i due fratelli Muller, Michael e Tanja. Quest’ultima è stata brava a cogliere un bel secondo posto nella heat  A-E.

JUNIOR ROK.
Il Campione internazionale della MinI Rok, l’italiano Cecchi, parte fortissimo, sigla la pole e vince la prima heat (A-B).
Le altre heats se le sono prese degli esperti Rokker italiani, quali Fusco, Bosco, Franzoso, Sabella e Pizzi
Molti altri Rokker hanno corso al vertice e già domani saranno tra i protagonisti, tra questi consigliamo di non perdere di vista Janicki, Morgatto, Villa, Caglioni, Cordera, Famularo, Bernardi, Grinbergas, Albanese, Placa e Feeney.

SUPER ROK.
Nella heat di giornata si è avuto la conferma dell’autore della pole position, Gaglianò, imprendibile anche in gara.
La heat ha confermato i valori espressi in qualifica, con D’Abramo, Sorensen e Boyd che hanno seguito il leader nello stesso ordine in cui si sono qualificati.

SHIFTER ROK.
Albanese e Squaranti hanno vinto le due gare di giornata, con il primo che ha anche portato a casa il trofeo della pole position.
Hanno fatto un’ottima impressione i giovani Guidetti, Bonfanti, Comanducci e Luyet, ma per la lotta al titolo internazionale ci sarà da scontrarsi, sicuramente, con il campione in carica Marcon e con lo svedese Milell.
Tra i piloti che potranno emergere alla distanza un occhio speciale va rivolto a Cinti, Zani e al Big, Rubens Barrichello, autore di una super rimonta nella heat (A-B).

WORLDWIDE NEWS
17-10-2017
Pasiewicz pierwszy na mecie ale bez zwycięstwa w finale Mini
W ostatnią sobotę Karol Pasiewicz z Łodzi jako pierwszy minął metę decydującego wyścigu kategorii Mini Rok podczas Fi... [leggi tutto]
ARCHIVIO WORLDWIDE NEWS