SUPER ROK CUP ITALIA. POKER DI CINTI

15-09-2016   #RokCupItalia

Prima Sanpieri, poi Mazzotti, D'Abramo, Imberti, Aldera, Giliberti, Cristian Comanducci e i Moretti. Ci hanno provato in tanti a mettere le mani sul tricolore della Super, ma alla fine il re si è confermato Riccardo Cinti.
Cinti è cresciuto alla distanza ad Adria e, come sua abitudine, si è presentato al massimo del potenziale nel momento cruciale dell'evento, centrando il poker di successi nella Rok Cup Italia (2016, 2015, 2014 e 2012).
Lo spettacolo della Super Rok ha inizio con un tempo monster di Gastone Sanpieri in qualifica, 48”632. Un crono distante soltanto due centesimi dalla pole della Rok Shifter. Inseguono il poleman Sanpieri, Mattia D'Abramo, Simone Mazzotti e Michele Imberti.
Le due manche necessarie a definire lo schieramento della prefinale sono a senso unico e indicano con decisione il nome di Simone Mazzotti, incontenibile in entrambe le gare del sabato.
Alle spalle di Mazzotti si affacciano due esperti Rokker, Riccardo Cinti e Andrea Moretti, mentre D'Abramo e Sanpieri sono tanto veloci quanto nervosi e subiscono delle penalizzazioni per procedura di partenza non corretta.
La prefinale parte con una prima fila composta da due giovanissimi, Mazzotti e Sanpieri, seguiti da Cinti e Andrea Moretti.
In prefinale Sanpieri e Cinti chiudono in quest'ordine, seguiti da Mazzotti, dai fratelli Moretti (Andrea precede Marco), da Fabio Giliberti e dal rientrante Carlo Aldera.
Dopo la bandiera a scacchi Mazzotti subisce una penalizzazione per il non corretto posizionamento del musetto e piomba in sedicesima posizione. La finale perde così un protagonista certo.
Durante la prefinale, per motivi diversi, vengono tagliati fuori due pretendenti al titolo, Luca Clerici e Michele Imberti. Il primo si ferma nel corso del primo giro, Imberti è vittima di un contatto proprio sul finale, al culmine di una rimonta che lo aveva riportato tra i big.

Sanpieri prende il comando delle operazioni nelle prime battute della finalissima, precedendo Andrea Moretti, Cinti, Giliberti, Marco Moretti e Aldera.
Cinti già al secondo passaggio lascia intendere che non vuole farsi scappare il battistrada e infila, senza appello, Moretti, andando all'inseguimento di Sanpieri.
Dal terzo giro in poi Sanpieri e Cinti impongono un ritmo insostenibile per gli avversari e dalle retrovie risalgono Mazzotti, Imberti e Clerici.
A metà gara Cinti decide di forzare il ritmo e chiude il gap che lo separa da Sanpieri, mentre in terza posizione si porta un Aldera in grande forma.
Chiuso il divario, al quindicesimo passaggio, Cinti infila Sanpieri e scappa vero il quarto titolo tricolore della Super Rok.
Le battute finali della gara non regalano particolari emozioni nella lotta per il podio, Cinti tiene a distanza di sicurezza Sanpieri, il quale contiene il tenace tentativo di rimonta di Aldera.
Ai piedi del podio terminano i fratelli Moretti, seguiti da D'Abramo, al quale non resta che la magra consolazione del best lap in finale. Settimo è Imberti, artefice dell'ennesima rimonta del fine settimana e detentore del giro più veloce della manifestazione, con 48”620. La top ten è completata da Mazzotti, Vittorio Maria Russo e Clerici.
Nel gruppo scatenato della Super si è distinto anche il gentleman Maurizio Spoleti, buon quindicesimo assoluto (primo expert) ed esempio di fairplay per i suoi giovani rivali.
Con il successo di Adria il laziale Riccardo Cinti si conferma come il Rokker da battere per la pattuglia dei giovani emergenti della Super.
Con i tanti spunti avuti alla Rok Cup Italia di Adria attendiamoci una Rok Cup International Final effervescente all'ennesima potenza, con tantissimi Rokker desiderosi di riscattare la sfortunata prova appena archiviata. 

WORLDWIDE NEWS
26-02-2021
28 Febbraio, Pista Fanelli – 1° prova Rok Cup Sud
Le categorie pronte a scendere in pista saranno la Senior Rok, la Expert Rok e la Junior Rok. Il calendario della Rok Cup Su... [leggi tutto]
ARCHIVIO WORLDWIDE NEWS